Come scegliere il seghetto alternativo

Cos’è il seghetto alternativo?

Prima di consigliarvi come scegliere il vostro seghetto alternativo spendiamo poche parole per dirvi cos’è e come funziona. E’ un attrezzo utilizzato a mano per il taglio del legno, dei metalli e di altri componenti come la plastica. Il motore sposta la lama in avanti e indietro effettuando il taglio, è possibile anche effettuare il taglio curvo e quello obliquo con appositi accessori. Il materiale che bisogna tagliare va fissato su un bancone. Il seghetto alternativo viene impugnato nella parte superiore dell’utensile mentre la lama scorre nella parte sottostante. La riuscita di un buon lavoro dipende molto dalle lame, ognuna adatta al tipo e allo spessore.

Specchietti per le allodole

Ora vediamo bene come acquistare il prodotto più adatto a voi. Le marche più diffuse sono la Bosch, la Black & Decker e la Makita. Ovviamente capite da soli che dal prezzo si intuisce molto la qualità del prodotto. I novizi che pensano di usare il loro seghetto alternativo solamente per operazioni particolarmente semplici sono di certo attratti dal costo più basso. Si trovano prodotti anche a partire da 25 euro, soprattutto della Black & Decker. Naturalmente a questi prezzi non avrete accessori in dotazione, ma ancor peggio dei motori che non superano i 400 Watt.

Dipende anche dai materiali

Quello della potenza del potere è un punto essenziale per la vostra scelta. Infatti la buona riuscita di un taglio non dipende affatto dalla vostra forza, ma da quella del motore. Ci sono modelli ai quali è possibile selezionare la velocità più adatta al tipo di materiali, per tutti gli altri la cosa più importante è scegliere la lama. Se non dovete tagliare solo cartone quindi è bene che il vostro seghetto alternativo abbia almeno 450 Watt di potenza. Questo è un consiglio che diamo soprattutto per chi pensa di utilizzarlo per molte ore di fila. Infatti 400 Watt trovano il loro peggior limite proprio nella durata del lavoro, perchè si rischia surriscaldare il motore e recargli danni. Questo non sempre vale per tutti i prodotti, la fascia blu della Bosch ad esempio propone modelli a 400 Watt ma comunque molto costosi. Questo dipende molto dal design e dalla qualità dei materiali.

400 si 400 no …

Inutile quindi spiegare in maniera scientifica i meccanismi del motore, è bene capire solamente che per i modelli più economici non potete aspettarvi un utilizzo maggiore alle 2 ore se avete solamente 400 Watt. Con le stesse Watt invece di un modello della fascia blu della Bosch avrete una durata di almeno il doppio.

A prova di presa

Ok, sorpassato il punto delle Watt focalizziamone un altro meno importante ma comunque da tener presente, ovvero quello del design. Dalle foto non si capisce molto, ma prendete un Black & e Decker da 25 euro e un Bosch da 100, picchiettateci sopra col vostro dito indice e capirete fin da subito cosa intendiamo quando parliamo di materiali. L’integrità del prodotto è importante soprattutto per chi opera in ambito semi-professionale, dove tenere tutto in ordine è difficile. Ad ogni modo nessuno vuole un prodotto che si può rompere facilmente alla prima caduta. Quando parliamo di design però intendiamo anche la praticità del prodotto, che deve essere leggero e maneggevole. Quest’ultimo dettaglio è particolarmente importante, soprattutto per l’impugnatura. Abbiamo provato alcuni modelli che hanno un manico troppo spesso e privo di supporto antiscivolo, sconsigliatissimi!

Attenzione agli accessori

Gli ultimi elementi che possono essere utili da considerare sono la garanzia e la lunghezza del cavo, almeno 3 metri. Alcuni modelli vi offrono solo un anno di garanzia, cosa dire al riguardo? Secondo noi non è abbastanza per oggetti così delicati, ma questo spetta solo a voi deciderlo, solitamente la Makita offre una garanzia maggiore della Bosch. Quando valutate il prezzo considerate anche cosa vi viene offerto con gli accessori, spesso non vi viene data la valigetta e quasi un kit di lame davvero necessarie. La guida parallela è un miraggio, se trovate qualcuno che ve la offre a buon prezzo considerate che questo oggetto vi tornerà indispensabile.

Ricordate quindi che…

  • Per i modelli economici servono più di 400 Watt
  • 400 Watt vanno bene per prodotti come la fascia Blu della Bosch
  • Fare attenzione ai materiali di cui è composto
  • Verificare il peso e la presa del manico
  • Lunghezza del cavo di almeno di 3 metri
  • Preferire una garanzia maggiore ad un anno
  • Verificare al prezzo gli accessori annessi

I migliori seghetti alternativi

Noi di seghettoalternativo.it seguiamo il motto che “esiste il miglior seghetto per ogni esigenza”, basta riuscire a capire quale esigenza si ha, poi andare nella sezione dei migliori seghetti alternativi fatta dal nostro team, e lasciarsi guidare nella scelta.
Pensiamo che con i nostri consigli, e le informazioni datevi, possiate effettuare un acquisto sicuro risparmiando tempo e denaro!

4 commenti su “Come scegliere il seghetto alternativo

  1. Buonasera,
    ho notto che non avete menzionato MEtabo, che è una marca importante anche se non conosciutissima e presente nei supermercati. Potreste inserire qualche osservazione sui seghetti di questa marca? Grazie
    Fabrizio

    1. Ciao Fabrizio,

      Siamo contenti della tua osservazione, non ti preoccupare che prima o poi troverai anche altre marche e modelli recensiti. Purtroppo la scelta non dipende solo da noi, quindi dai un’occhiata di tanto in tanto perché non sappiamo dirti quando sia possibile accontentarti. 😀

      Il Team di Seghettoalternativo.it

Lascia un commento

Hai bisogno di un consiglio?*
Scrivi qui sotto, risponderemo il prima possibile!

*Il nostro sito offre un servizio informativo sugli acquisti: non risponderemo quindi a domande inerenti a problemi di assistenza tecnica o manutenzione.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *